giovedì 2 maggio 2013

il Castello di Gropparello

Non so davvero da dove cominciare a raccontare la magnifica giornata che abbiamo trascorso ieri al Castello di Gropparello

perchè è stata FANTASTICA, in tutti i sensi, un viaggio nel tempo immerso in un'atmosfera meravigliosa!


La nostra visita è cominciata percorrendo il camminamento intorno al castello,

da cui si vede bene l' "orrido" (il burrone) sul Vezzeno, il fiume che scorre fra le rocce di origine vulcanica e che dà il nome a questa valle.

Nel piazzale centrale la nostra guida Simona ci ha presentato il primo personaggio, che poi ci ha accompagnati per tutta la giornata, Rodolfo, il valoroso e simpaticissimo Cavaliere Bianco

Lui avrebbe dovuto portarci attraverso il Bosco delle Fiabe, ma aveva un appuntamento con la Regina ;o) e quindi abbiamo conosciuto diversi personaggi che ci hanno condotto lungo questo percorso veramente magico.
Da Aginolfo, boscaiolo che frequenta più la Taverna che il bosco

al divertentissimo pellegrino abile in lingua inglese e rime.

Da Ubaldo il minatore

al magico Ortico.

Dal buffo Folletto,

che ci ha portati dalla Strega,

 alla Fata che ha concluso la camminata con dolcezza

facendoci superare anche la paura dell'Orco.

Solo un attimo di respiro per assaporare la prima avventura vissuta, quando ci "ritrova" il nostro Rodolfo, che ha bisogno di coraggiosi soldati.
Quindi eccoci pronti per la valorosa impresa, con giubba e cintura, in attesa di chi ci consegnerà le SPADE,

lui, il Cavaliere bello come il sole, che piace anche alle mamme (Rodolfo aveva ragione ;o) !), Massimiliano da Cagnano

che ha fatto fare ai bimbi un faticoso addestramento da veri Cavalieri!

Per fortuna i valorosi sono pronti, perchè hanno rubato la Spada Magica del Re e bisogna ritrovarla!!!

E allora viaaaaaaaaaaaa, giù per la collina tutti insieme, bisogna darsi da fare subito!

Organizzazione delle truppe: i soldati (i bimbi) all'attacco dei cattivi con i prodi Cavalieri e i veterani (gli adulti) da una parte, lontani, perchè per sconfiggere l'Orco,

la Strega

e la Bestia del Bosco


bisogna avere tanto coraggio!

I buoni hanno vinto e allora suuuuuuuuuuuuuuuuuuuu, tutti di corsa, di nuovo al Castello!

Rodolfo e Massimiliano sono d'accordo, questi soldati sono stati tanto valorosi da poter essere nominati Cavalieri!

Questa meravigliosa avventura è finita, sono passate circa 3 ore senza nemmeno accorgercene, siamo ancora estasiati dalla magia che sanno creare questi luoghi e questi personaggi simpaticissimi, che interagiscono con estrema bravura col pubblico dal primo all'ultimo secondo.

Ci aspetta un veloce pranzo al sacco con panini e fragole, prima della visita guidata al Castello, dove ritroviamo Simona che ci racconta di un luogo, ora residenza privata, incastonato nella roccia,

dove il tempo pare essersi fermato a quando era frequentato da Madame e Messeri di Corte. 

Il più classico dei ponti levatoi 


nasconde un bel cortile interno



con la scalinata che porta alla torre.

Anche gli interni sono particolarmente curati.
Nonostante siano state apportate diverse modifiche nel corso dei secoli, regna ancora la magia di un tempo...

Camini e lampadari enormi

salottini,

la sala della musica

e lo studio.

Abbiamo visitato anche la dispensa del Castello, ma per fortuna non abbiamo avvistato alcun fantasma!
Si narra, infatti, che si veda e si senta ancora la presenza di Rosania Fulgosio, signora del castello e moglie di Pietrone da Cagnano. La donna lo tradì con l'amato Lancillotto Anguissola e per vendetta il marito la drogò con del vino e la murò viva in una stanza -ancora segreta- sotto la dispensa .


Ma ecco qui i mie valorosi, che con coraggio hanno sconfitto i cattivi e le loro paure!


Un'avventura da vivere assolutamente, emozionante e coinvolgente sia per grandi che per piccini! 
ANDATECI!

 

1 commento:

Giuseppe Tantino ha detto...

veramente affascinante!