martedì 27 aprile 2010

il mio post-it degli U.F.O.

Ultimamente mi sento come inghiottita dalle sabbie mobili: più mi divincolo fra impegni e lavoretti, più mi pare di sprofondarci dentro, e arranco...
:o(
Ecco, quindi, che il mio "post-it degli U.F.O.", piazzato sulla lavagnetta in cucina, è sempre in costante aggiornamento.
Già, gli "U.F.O."... COSA SONO???
La definizione è un acronimo derivante dall'inglese che sta per "UnFinished Objects", letteralmente "cose non finite" -le mie spesso sono ancora da cominciare, a dire il vero!-.
Se preferite qualcuno le chiama "pendings", sempre parolacce straniere, insomma!
Fatto sta che più depenno, più spuntanto cose da fare e meno tempo ho a disposizione
:o\
...e questo è solo il post-it degli hobbies, non c'è TUTTO IL RESTO!
:o(((
A volte vorrei fermare il tempo per dedicarmici con vera calma, ma pare sia impossibile, perchè quando arriva sera mi addormento in piedi e non vedo l'ora di andare a dormire... quel po' che si riesce!

martedì 20 aprile 2010

cards quadrate

Mi piace davvero tanto il formato quadrato per le cards; senza farlo apposta, infatti, le ultime che ho realizzato sono cm.17x17.
La prima (i cui dettagli "tecnici" sono descritti qui) è dedicata al circolo fotografico Il Guercino che quest'anno festeggia 45 anni di attività, un gran bel traguardo davvero!


La seconda, che vede impresso lo stesso timbro della Penny Black "say cheesecake", è per una persona davvero dolce e solare che un po' di tempo fa ho visto triste :o(
Spero che il topino che fa la linguaccia -che ho volutamente nascosto a card chiusa per creare un effetto sorpresa- le abbia davvero strappato un sorriso :o)
Il biglietto doppio è in carta coriandoli avorio, le carte sono avanzi di altri lavori, e ho sporcato i bordi con il Chalk ocra
Niente timbri per l'ultimo biglietto, ideato per il 30° anniversario di matrimonio (nozze di perla) dei mie zii
Le carte sono le luminosissime Stardream opal e ruby, sagomate con il punch scallop e sporcate con il tampone Brilliance pearlescent crimsom. Le chipboard sono Bazzil (colorate col brilliance in tinta), i nastri sono in organza dei colori delle carte e lo spillone e le perle sono Stampin' Up!
Molto semplice, ma romantico e d'effetto :o)

lunedì 12 aprile 2010

gita in Svizzera!

Si è trattata proprio di una bellissima gita per me, quella fatta lo scorso week-end in Ticino!
In soli due giorni ho fatto e visto un sacco di cose interessanti e belle -e imparato anche un po' di geografia e storia della Svizzera!-; è sicuramente un'esperienza da ripetere con più calma.

Sabato mattina mi sono alzata alle 6,00 per prendere il mio bel trenino verso Bologna e poi Milano. Lì avevo appuntamento con Barbara e Stefano per andare insieme in auto a Giubiasco, nel negozio di Marina (delizioso e pieno di strabilianti esempi di stamping e scrapbooking realizzati da Marina stessa e da Gessica).

Il tempo delle presentazioni e già avevo fatto shopping stampingoso ;oD

Pranzo veloce al ristorante dietro l'angolo e poi di nuovo in negozio, perchè Barbara avrebbe tenuto dalle 13,30 un corso di calligrafia.

Vista la MERAVIGLIOSA giornata soleggiata e calda, Marina mi ha accompagnata in auto a Bellinzona -capoluogo del canton Ticino- (a circa 3 chilometri di distanza) consigliandomi di visitare almeno uno dei 3 castelli (tutti patrimonio mondiale dell'umanità dell'UNESCO dal 2000) e il centro storico. Così mi sono avviata verso Castelgrande (X secolo), pronta a fotografare il fotografabile e anche di più ;oD (in 2 giorni ho scattato più di 200 foto!)


Questi sono alcuni scorci della passeggiata (Chiesa dei SS.Pietro e Stefano, Castello di Montebello, Castello di Sasso Corbaro)ed eccone qualcuno di Castelgrande Mi sono davvero divertita a fotografare di tutto e a fare qualche prova, in modo da imparare un pochino ad usare la reflex che giace troppo spesso nel mobile della salotto.

Tornata verso il centro del paese e trovato anche qui qualche angolino da immortalare,mi sono incamminata a piedi verso Giubiasco -qui mi sono fotografata riflessa nel vetro della fermata dell'autobus-Ammirando di nuovo il fantastico panorama che mi circondava e le meravigliose magnolie in fiore che sono praticamente dovunque,mi sono trovata, quasi senza accorgermene, davati alla vetrina del negozio, con la faccia allibita di Marina che stava aspettando una mia telefonata per tornare a prendermi in auto!

Terminato il corso di Barbara, ci siamo fiondate (in Ticino i negozio chiudono al massimo alle 18,30) in un centro commerciale a comprare il pesce per il pranzo della domenica e qualche souvenir. Per i miei bimbi ho preso delle simpatiche magliette :o)Per cena, la nostra FANTASTICA padrona di casa e il marito Libero (tranne quando lavora ;oD !) ci hanno preparato la raclette, tipico formaggio svizzero che si fa fondere su un'apposita piastra tenuta al centro del tavolo, da mangiare accompagnata da sottoli e sottaceti vari.
Una passeggiata digestiva era d'obbligo, se no saremmo scoppiate!

Marina e la figlia Chantal hanno portato le timbrine in trasferta a Locarno, sul Lago Maggiore, nella cui piazza si tiene ogni agosto l'importante festival internazionale del film. La passeggiata sul lago è davvero suggestiva.Stremata ma felice, mi sono fiondata nel letto, ma solo dopo aver provato la Cricut di Marina... per fortuna per il mio portafoglio, non mi attira molto come attrezzo!

Domenica mattina alle 7,00 ero già fuori a fotografare l'alba e il giardino di casa, anche se dopo sono tornata a letto fino alle 9,00!Dopo l'abbondante colazione, le tre pazze creative si sono perse in chiacchiere fra le fustelle della BigShot fino all'ora di pranzo :o) -questo aggeggio, invece, mi attira parecchio!-

Il tempo era decisamente diverso dalla giornata precedente, ma abbiamo voluto ugualmente incamminarci presto verso Lugano per visitarla un pochino.
Foto di rito prima della partenza, e via!Marina e Libero ci hanno fatto scarpinare un po' sul lungolago, nonostante il vento freddo e la minaccia di pioggia, fino al bellissimo Parco Ciani.
Anche qui tutto meriterebbe una visita più appofondita, chissà...
Termino il post con questa doppia foto, prova di messa a fuoco manuale prima sul lago di Lugano, poi sui papaveri
e la dedico a Marina e Libero, che amano molto i fiori, ringraziandoli di cuore per la loro gentilezza ed ospitalità. Ancora una volta gli hobby mi hanno fatto incontrare delle persone speciali e mi hanno portata in un luogo meraviglioso che vorrei scoprire meglio davvero molto presto.
Infine non posso non citare la mia CollegAmica Barbara, ormai compagna di diverse "avventure".
Grazie!

Sono giunta a casa davvero stanca fisicamente, ma rinvigorita dal punto di vista creativo e umano.
E' stato un meraviglioso fine settimana!

domenica 4 aprile 2010

Buona Pasqua!

In questa domenica di Pasqua, mi rilasso un po' mostrandovi le card che ho preparato quest'anno, davvero semplicissime da realizzare:ho utilizzato il timbro "Buona Pasqua" (cod.5337R) su carta coriandoli avorio, l'ho ritagliato a forma di uovo, colorato coi pennarelli Impress e sovrapposto al cartoncino millerighe avana tagliato leggermente più grande. Con la pinza passanastro ho ottenuto il doppio foro in cui passare nastrini di recupero in tinta coi fiorellini (tutto dallo shop di Impronte d'Autore).

Filippo mi ha suggerito di usarne una come segnalibro (io non ci avevo nemmeno pensato!), carina, no?! :oD
Ed ecco la foto di rito con quello che io definisco "lo spreco"l'effetto è indiscutibile, ma 12 uova sono davvero tante e TROPPE se pensate che a noi la cioccolata non piace -soprattutto se al latte come il 90% di quelle che hanno regalato ai bimbi (non si può nemmeno conservare per fare dolci come la fondente!)- e che le sorprese sono quasi sempre delle schifezze...
Guardandole, ho pensato a quante altre cose si potevano comprare al loro posto, e a quanti bambini sarebbe piaciuto averne anche solo un pezzetto...

Al di là di ciò, spero davvero che la Pasqua abbia portato a tutti voi e noi un po' di Serenità!